28 luglio 2016 - Internet

Colpo anti-hacker della Polizia Postale: oscurati oltre 6mila siti

CYBERSECURITY
Intensificata l'attività di contrasto al crimine informatico dopo gli attentati in Belgio e Francia.
Sotto monitoraggio anche potenziali minacce di carattere razzista, xenofoba e ispirate a reati di odi
Oltre 11mila i siti web monitorati e 6.635 oscurati da gennaio 2016.
Sono i risultati dell’attività svolta dal Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni per la prevenzione e il contrasto anti-hacker, effettuati con l'ausilio di interpreti madrelingua e intensificati dopo gli ultimi attacchi terroristici avvenuti anche in Europa.
Il terrorismo si avvale infatti sempre più della rete Internet, come strumento di diffusione delle ideologie più radicali e di rivendicazione e come mezzo complementare di attuazione della strategia jihadista.
''Tale incessante attività consente - spiega una nota della polizia postale - a seconda dei casi, ad operare sotto un profilo penale, attraverso l'arresto degli individui o dei gruppi nei confronti dei quali si acquisiscono elementi di reità perseguibili secondo l'ordinamento giuridico italiano, o attraverso un profilo amministrativo, mettendo il ministro dell'Interno in condizione di espellerli dal territorio italiano per contiguità all'IS''.
La Polizia postale cita l’esempio dei due jihadisti di Milano e Brescia, che postavano su twitter minacce all'Italia pubblicando foto del Colosseo e di diverse stazioni ferroviarie e progettavano di colpire l'aeroporto militare di Ghedi e l'azienda presso la quale lavorava uno dei due.
Inoltre, sempre al fine di prevenire la radicalizzazione in rete, la Polizia Postale e delle Comunicazioni provvede anche al costante monitoraggio per individuare illecite azioni di carattere razzista, xenofoba, sessuofobica o comunque ispirate a reati di odio.

Scarica il whitepaper "Autenticazione degli utenti: quali sono gli approcci di nuova generazione a supporto della sicurezza", ora disponibile gratuitamente in PDF.
https://www.digital4.biz/white-paper/autenticazione-degli-utenti-quali-sono-gli-approcci-di-nuova-generazione-a-supporto-della-sicurezza_43672158481.htm?utm_campaign=Lead&utm_source=sicurezza_291&utm_medium=pulsante

Fonte: www.corrierecomunicazioni.it